Logo

CINQUEFRONDI – Ci si è messa pure la calura dell’estate ad accendere le polemiche a Cinquefrondi. L’innesco che ha fatto partire la miccia è stata la conferenza stampa di presentazione dell’estate cinquefrondese, tenuta, nei giorni scorsi, dall’amministrazione comunale di “Uniti per il Popolo”. Nel corso dell’iniziativa il primo cittadino, Marco Cascarano, enunciando il programma, ha chiarito che nel mese di luglio si svolgeranno il torneo di beach volley, lo stage pre juniores di pallavolo maschile, i saggi delle scuole di danza, tralasciando però di citare apertamente che questi eventi sono stati organizzati dalle associazioni (assenti alla conferenza stampa) e che l’attuale classe amministrativa ne ha esclusivamente concesso il patrocinio.

Parole sottointese queste, secondo il sindaco, ma non secondo le associazioni interessate e gli avversari politici, che hanno portato al sorgere di notevoli malumori. La prima precisazione è arrivata dal presidente del Comitato provinciale Fipav di Reggio Calabria, Domenico Panuccio, il quale ha tenuto a sottolineare: «per onor di cronaca e di meriti, credo che vadano citati anche gli artefici principali di questo evento, il sottoscritto in atto, orgogliosamente cinquefrondese, i dirigenti dell’Asd Cinquefrondi senza i quali non sarebbe stato possibile programmare e realizzare un evento del genere e il consigliere provinciale Giuseppe Longo che si è impegnato affinché la Provincia di Reggio Calabria desse un contributo non indifferente alla oramai imminente manifestazione. Tutto questo per onor di cronaca e non per polemica, perché credo sia giusto che quando si presenta un evento di tale portata vadano citati tutti gli attori principali». Alle parole di Panuccio si è unito anche il rappresentante del gruppo politico “Rinascita per Cinquefrondi”, Michele Conia che ha definito l’iniziativa dell’amministrazione comunale «vergognosa e fuori dagli schemi». «Si indice una "pomposa" ed autocelebrante conferenza stampa per elencare le iniziative del mese di Luglio. – ha chiarito Conia - Un cittadino minimamente attento, però, scopre che alcuna di queste è direttamente gestita dall'amministrazione comunale, ma sono tutte frutto di duro lavoro ed impegno di altre associazioni ed enti che non vengono nemmeno citati o ringraziati. Questo modo di fare dimostra la crisi di contenuti di un’amministrazione costretta a "rubare" le attività degli altri per avere qualche pagina di giornale e per tentare di nascondere la totale incapacità di programmazione e azione. Io ritengo – ha continuato - che vada fatto un pubblico riconoscimento alle realtà vive di questo paese e che bisogna ringraziare loro e solo loro per le iniziative che si svolgeranno a Luglio». Queste le parole di Conia, secondo il quale dunque, il tentativo dell’amministrazione di “mettere il capello” su iniziative altrui, dimostri una certa «scortesia verso le associazioni impegnate sul territorio». Infine il riferimento alle spese dell’estate, contrapposte alle attività organizzate da “Rinascita” a costi minimi e la risposta alle dichiarazioni di Cascarano, che ha riconosciuto di aver speso il 70% in meno di quanto si stabiliva nelle passate amministrazioni comunali. «Ho preso atto – ha concluso Conia - del fatto che il sindaco ha attaccato la gestione dell’ex assessore allo Spettacolo e alla Cultura, Cettina Nicolosi, nella precedente amministrazione. Sono certo che lei saprà difendersi da queste accuse».

di SIMONA GERACE
(Sul Quotidiano della Calabria - Piana del 3 luglio 2014)

Copyright © 2014 Michele Conia - All rights reserved - Powered by Lamorfalab.com